335 1207481 - 360 1868489 info@perugiaconilcuore.it

I punti principali del programma

Ecco i principali punti del programma, dei quali, i primi 5 realizzabili nel primo semestre:

1) Riorganizzazione dell’Ente, attraverso la nomina di un Direttore Generale che abbia capacità ed esperienza manageriale, proveniente da una regione diversa dell’Umbria. Le uscite saranno compensate dal risparmio, che deriverà dal non rinnovo dell’incarico fiduciario dei dirigenti esterni utilizzati dalle amministrazioni precedenti.

2) Riorganizzazione del cantiere comunale, con aumento dei mezzi e delle varie figure professionali, al fine di poter iniziare le manutenzioni ordinarie delle strade, dei parchi, del patrimonio immobiliare del comune  per l’intero anno. Ripristinare contestualmente la tipografia comunale e un punto acquisto dell’Ente centralizzato.

3)  Rilancio dell’aspetto socio economico della città, attraverso un patto con i cittadini e le varie categorie professionali.

4) Progetto Cuore, Perugia città cardio-protetta. Completare il progetto installando defibrillatori in tutte le periferie della città, in tutti gli impianti sportivi comunali, nelle biblioteche e negli uffici comunali. Progettare,in collaborazione con la centrale Regionale del 118, una APP per l’emergenza alla quale possano accedere tutti coloro i quali abbiano effettuato un corso BLSD e che facciano parte della squadra degli Angeli del Cuore.

5) Abolizione di tutte le telecamere installate ai semafori cittadini, sostituire gli impianti semaforici con sistemi innovativi ,che garantiscano l’attraversamento ai non vedenti e che siano dotate di un contasecondi del verde. Nella riorganizzazione dell’Ente verrà inoltre compresa la gestione diretta delle sanzioni previste dal  codice stradale, direttamente da parte del comune di Perugia;

6) Legalità: assicurare a tutti i cittadini il rispetto delle norme da parte dei medesimi, a partire dagli Amministratori, non dovranno esistere più scorciatoie. Gli abusi e il non rispetto delle regole, comprese quelle relative all’edilizia, non saranno tollerati e non ci saranno sanatorie o condoni in merito. 

7) Sicurezza: l’Ente dovrà impegnarsi a garantire la sicurezza a tutti i cittadini, attraverso l’aumento della pianta organica della Polizia Urbana, organo atto a far rispettare tutti i regolamenti comunali esistenti. La polizia urbana dovrà essere presente in tutti i territori del comune, attraverso la presenza continua nei quartieri, ripristinando tutti i posti di polizia urbana H/24, compreso quello di Piazza del Bacio.

8) Municipi decentrati: si realizzeranno 5 Municipi territoriali ,nei quali i residenti potranno rapportarsi e ricevere tutti i servizi, Informazioni e assistenza dall’Ente: nei 5 Municipi sarà presente un presidio di Polizia Urbana e sarà possibile contrarre matrimonio.

9) Sviluppo tecnologico: dotare gli uffici comunali di strumenti informatici tecnologici, attraverso la sostituzione programmata e progressiva di tutti i computer aventi più di 5 anni. 

10) Sistema sanitario cittadino: nomina di un Assessore alla Salute. Sarebbe necessario mostrare la massima attenzione ai problemi del SSR e soprattutto a quelli relativi all’assistenza, anche domiciliare e del Pronto Soccorso, che a Perugia mostra svariate lacune. ZERO BARRIERE PER I DISABILI: aprire un ufficio aperto al pubblico 6 giorni a settimana nel quale opereranno dipendenti esperti che prenderanno in carico le segnalazioni, predisponendo una mappatura della Città ed evidenziando le barriere architettoniche presenti e i provvedimenti per abbatterle, partendo da SALA DELLA VACCARA  E PALAZZO DE’ PRIORI. Abbattimento dei tributi del 10% a tutte le attività che abbatteranno le barriere architettoniche.

11) SPORT: nomina di Assessore, che oltre a preoccuparsi della salute dei cittadini, dovrà occuparsi anche della promozione dello sport a tutti i livelli, senza escludere nessuna disciplina sportiva. Si dovrà realizzare una pista da CROSS per le centinaia di sportivi costretti ad uscire dalla città .Si dovrà realizzare una pista di atletica attrezzata a Pian di Massiano al fine di promuovere le relative discipline sportive. Si dovrà garantire a tutti gli impianti sportivi la relativa manutenzione ordinaria e straordinaria. Il Pala Evangelisti dovrà essere denominato il tempio del Volley e la struttura, previa convenzione, dovrà essere affidata alle società sportive di Volley. Entro la durata della legislatura si dovrà realizzare un impianto di Rugby al fine di garantire l’attività ai centinai di ragazzi ,che praticano quello sport. L’impianto di baseball dovrà essere ristrutturato e oltre agli spogliatoi, si dovrà realizzare anche una tribuna al fine di consentire a tifosi ed amanti del baseball di assistere alle partite.

12) Turismo e spettacolo: una città come Perugia dovrebbe avere come vocazione il turismo. Attualmente non esiste un progetto e una rete che proietti la nostra città in un circuito internazionale. I problemi del sistema viario e trasporto penalizzano fortemente la città. La soluzione dovrebbe essere immediata e a tal fine la prima iniziativa sarà quella di acquisire azioni della SASE, al fine di consentire al capoluogo di Regione di poter adoperarsi direttamente, al fine di far entrare Perugia in un circuito turistico internazionale. Cercare subito un manager di esperienza e dotare l’aeroporto di tutte le tecnologie necessarie per far atterrare e decollare in sicurezza gli Aerei. Per poter acquistare almeno il 40% delle quote della SASE si valuta la possibilità di vendere le azioni della Gesenu. Sistema accoglienza dei turisti, ” La Dolce e Bella  Perugia” curare gli ingressi della città con luci e fiori e con scritte “Welcome nella città più dolce del Mondo” O “Welcome nella città del Jazz” .Installare almeno un punto informazione turistica in Viale Centova e ripristinare la segnaletica turistica. Incentivare la agenzie turistiche con agevolazioni tributarie e coinvolgimento sui progetti e sugli eventi da proporre. Spettacolo: promuovere altri eventi utilizzando anche l’area di Pian di Massiano e il Barton Park, gemellarsi con altre città, come Giffone, ospitando il Giffone festival almeno 15 giorni l’anno ed esportando Umbria Jazz nella città Campana. 

13) Trasporto urbano ed extra urbano e servizio taxi:  riorganizzare il trasporto urbano in tutte le varie realtà della città ,senza trascurare nessuna periferia. Il servizio deve essere attivo tutti giorni compreso prefestivi e festivi. Predisporre un servizio navette    Pian di Massiano/ Ospedale. Predisporre tariffe agevolate per i disabili a partire dal 75% d’invalidità e gli over 70 .Prospettare un progetto finansing atto a realizzare due parcheggi a corona da collocare agli ingressi della città. Questi parcheggi dovrebbe avere come obbiettivo disincentivare l’uso del mezzo privato, e .per incentivare tale iniziativa .si disporre che chi parcheggi nei suddetti impianti potrà viaggiare sui mezzi pubblici l’intera giornata con un solo piccolo contributo, che in fase sperimentale si quantifica in euro 2 al giorno. Chi effettuerà il car scharing potrà parcheggiare per tutto il periodo a costo zero.

Taxi collettivi, rilascio iniziale di 20 concessioni di taxi collettivi, servizio non a chiamata, ma che dovrà garantire la possibilità ad utilizzare il suddetto servizio pubblico in tutti i territori del comune. il prezzo inizialmente sarà a tariffa concordata che non potrà superare i 5 euro.  i titolari delle concessioni dei taxi  e taxi collettivi dovranno assistere i diversamente abili e applicare nei loto confronti una riduzione del 30%

14) La banda Ultra Larga doveva essere utile a tutti i cittadini, purtroppo non essendoci stai alcun controlli ,i gestori hanno installato la fibra solo dove avevano un interesse commerciale, trascurando le periferie. Si propone di attivarsi nei confronti del gestore capo fila della fibra affinchè in tempi rapidi installino la fibra in tutte le periferie ,senza escludere nessuno. Nel programma si prevede che il Wifi sia gratuito a tutti coloro i quali si rechino nei parchi negli spazi pubblici, negli impianti sportivi comunali e a corso Vannucci. Per noi vige il principio che la tecnologia deve appartenere a tutti e non a pochi. Nel contesto si nominerà un esperto al fine di verificare i lavori di ripristino delle strade danneggiate da parte delle ditte che hanno installato la fibra, affinchè le ferite della fibra causate alle nostre strade siano cicatrizzate.  

15) Sicurezza cittadina: la sicurezza deve essere un punto forte del nostro programma e il primo atto sarà quello di nominare un assessore alla Sicurezza, alla Legalità e al Sociale  per dare una vera risposta alla sicurezza che ormai è fuori controllo. Si applicherà il daspo urbano, e si applicheranno tutti gli articoli previsti dai regolamenti dell’ente ed in particolar modo quella della polizia urbana e quella della video sorveglianza. Per poter applicare i regolamenti è necessario aumentare l’organico della polizia Municipale creando dei presidi fissi h/24 nelle realtà a rischio come Fontivegge- Piazza del bacio, Castel del Piano – San Sisto, Ponte San Giovanni, Ponte Felcino- zona nord della città e area di Mugnano e Fontignano, senza escludere San Martino in Piano e in Colle. Gli agenti durante il giorno dovranno perlustrare e girare i quartieri e segnalare al comando anomalie  e raccogliere segnalazionI da parte dei cittadini. Questo significa riconquistare la fiducia dei cittadini e far sentire il soffio sul collo a chi vuol delinquere. Video sorveglianza, immettere nella piattaforma comunale le telecamere private e garantire la presenza degli agenti o pubblici ufficiali ai monitor h/24. Predisporre gara pubblica per servizio vigilanza notturno da integrare al corpo di polizia urbana, al fine di garantire il sonno ai nostri concittadini.

16) Tributi, riduzione dei tributi del 30% attraverso un recupero dell’evasione che risulta altissima. Il motto sarà pagare tutti per pagare meno. Riorganizzare il servizio di riscossione tributi, poichè gli attuali esattori non sono riusciti a recuperare i crediti nonostante la definizione agevolata, pertanto si organizzerà un ufficio che dovrà recuperare con immediatezza i crediti, utilizzando l’ufficio legale dell’ente.Verifica dei crediti prescritti e di eventuali responsabili, addebitando a quest’ultimi gli importi evasi.

17) Piano casa ed emergenza anziani: per l’emergenza casa si effettuerà un piano straordinario e dopo aver effettuato un censimento si chiederà  al ministero competente l’autorizzazione a  poter utilizzare  gli immobili di proprietà di enti pubblici abbandonati da moltissimi anni. Utilizzando sempre lo stesso criterio  si predisporrà un progetto per realizzare la città dei giovani, diversamente giovani e studenti. Questo progetto potrebbe essere realizzato a San Sisto nei palazzi abbandonati di proprietà pubblica denominati le 4 stagioni. Per gli anziani, attraverso l’assessore preposto ,si elaborerà un piano di assistenza domiciliare ai non autosufficienti utilizzando fondi sia regionali, nazionali ed Europei. Al fine di non farsi sfuggire fondi dello stato della regione  e dell’europa, si attiverà un ufficio che con attenzione seguirà tutti i bandi, elaborando tutti progetti e le istanze necessarie.

18) Tutela ambientale :Creare nel corpo di Polizia Urbana un Nucleo di Agenti  operativi ambientali, i quali dopo un periodo di formazione, garantiranno la sicurezza ambientale alla  città. Il  NUA ( nucleo Urbano Ambientale) perlustrerà la città con un occhio di attenzione delle aree a rischio,nelle quali vi sono discariche autorizzate o aziende di recupero.   

19) Riorganizzazione ufficio urbanistico, creando un nucleo di esperti, composto da 8 unità, al fine di controllare l’abusivismo in edilizia che risulta in forte crescita e che si occupi del ripristino dei luoghi.

20) Deliberare con un atto ufficiale ,che il 21 Marzo di  ogni anno, il Comune di Perugia proclami il lutto cittadino per onorare le vittime di tutte le Mafie, convocando un consiglio comunale straordinario monotematico. 

Questa iniziativa  farebbe uscire Perugia da quel silenzio  storico  che in più occasioni è stato anche abbastanza inquietante.